Le storie di Gemma


Disegna le storie di Gemma e vinci "La stanza delle meraviglie"

Ci sono migliaia di stelle nel cielo che si possono riconoscere a semplice vista. Un paio di queste hanno dei nomi comuni. Si tratta di Gemma ed Arturo visibili ad occhio nudo tra le costellazioni della primavera.

Gemma e Arturo sono anche due dei protagonisti delle storie abbinate ai laboratori di Scienza Giovanissimi. Nonno Arturo e la nipote Gemma non si dilettano solo nell’osservazione del cielo stellato, ma si divertono anche a fare degli esperimenti attraenti oppure fanno gli esploratori dei minimondi con i loro microscopi.

Nonna Flora è invece appassionata di piante, mentre papà Massimo lavora in una riserva naturale. Mamma Celeste prepara invece gli spettacoli del Planetario, che si trova vicino al Museo della loro città. Nelle avventure scientifiche di Gemma sono coinvolti anche i suoi amici, Aurora, sua compagna di classe, e Andrea e Michela che spesso frequentano la biblioteca per consultare i loro libri preferiti, quelli di divulgazione scientifica.

Le storie di Gemma sono dedicate a degli originali racconti, appositamente scritti e narrati ai bambini durante i laboratori ai quali puoi partecipare anche tu frequentando le attività di “Scienza in famiglia” insieme a mamma e/o papà, oppure partecipando con la tua classe alle esperienze di “Scienza Giovanissimi” che si svolgono in diverse sedi di Brescia, nelle biblioteche oppure nella tua scuola.

Le loro storie riguardano l’astronomia, gli esperimenti, le osservazioni al microscopio e le scienze naturali.


Per conoscere quali sono questi corpi celesti e questi fenomeni potete andare alla pagina

LA STANZA DELLE MERAVIGLIE
è arrivata nella nostra scuola. Ecco i disegni degli alunni delle classi quinte della scuola Primaria di Bovezzo.


Clicca per ingrandire

Disegno di Luca
Uhauuu! Che spettacolo! E’stato davvero bello!

Clicca per ingrandire
Disegno di Francesco
Anche Linda ha passeggiato su Marte.
 
Clicca per ingrandire

Disegno di Ilaria
Ecco la prima ragazza che sta camminando sulla superficie di Marte!

Clicca per ingrandire
Disegno di Giulia
Che bello essere su Marte. E’ proprio rosso!

Clicca per ingrandire

Disegno di Luca
La mia amica Francesca si è travestita da astronauta.

Clicca per ingrandire
Disegno di Valentina
La nostra aula si è trasformata in un Planetario!

Clicca per ingrandire

Disegno di Marcella
Guarda che strano strumento che ha tra le mani? Si vedono le immagini dei pianeti sul soffitto!

Clicca per ingrandire
Disegno di Martina
Ma quello è l’Ariete!

Se volete potete anche giocare con noi. Inviateci le parole mancanti.

Ecco le domande abbinate ai disegni:

Clicca per ingrandire

Disegno di Viola

Il Planetario è uno strumento un po’ magico. Ti fa immaginare di essere sotto il cielo stellato ed ancora più facile vedere le c _ _ _ _ _ _ _ _._ _ _ _.
Infatti proietta anche queste figure frutto della fantasia degli antichi. Il Planetario è arrivato anche nella nostra scuola.
Ecco le c _ _ _ _ _ _ _ _._ _ _ _. sulle pareti dell’aula di informatica. Davanti alla porta c’è Francesca con la tuta da astronauta.


Clicca per ingrandire

Disegno di Mara

Stiamo osservando le costellazioni che si proiettano sulle pareti dell’aula.
C’è anche una nostra compagna vestita da a _ _ _ _ _ _ _ __.


Clicca per ingrandire

Disegno di Margherita

Ecco Martina che cammina sulla superficie del p _ _ _ _ _ _ r_ _ _ _.


Clicca per ingrandire

Disegno di Martina

Sono proprio io! Sono la prima donna che ha viaggiato oltre la l _ _ _.


Clicca per ingrandire

Disegno di Francesca

Gemma rimase a bocca aperta quando la nebbia si dissolse e nel cielo apparve la c _ _ _ doppia della c _ _ _ _ _ che si vedeva molto bene nel cielo buio di montagna.


Clicca per ingrandire

Disegno di Nicola

Abbiamo viaggiato tra i p _ _ _ _ _ _ del Sistema solare seguendo una luminosa c _ _ _ _ _ .


Clicca per ingrandire

Disegno di Elena

Nonno Arturo ha puntato il suo telescopio verso V _ _ _ _ _ che è sempre coperto dalle n _ _ _ ed è caldissimo.


Clicca per ingrandire

Disegno di Giorgia

Con il telescopio si vedevano i particolari del pianeta G _ _ _ _, il più grande di tutti quelli del S _ _ _ _ _ _ S _ _ _ _ _.


Clicca per ingrandire

Disegno di Veronica

Venere e Giove erano così vicini tra di loro che sembravano un unico oggetto celeste. Venere era il più luminoso.
Ad occhio nudo si possono vedere anche M _ _ _ _, G _ _ _ _ e S _ _ _ _ _ _.


Clicca per ingrandire

Disegno di Daniel

Michela vede due punti nel cielo molto luminosi e vicini tra di loro.
Sono dei p _ _ _ _ _ _, due dei cinque che si possono vedere ad occhio nudo.


Clicca per ingrandire

Disegno di Martina

La L _ _ _ aveva appena iniziato a coprire il disco del S _ _ _. Il telescopio era già puntato verso il cielo per guardare l’e _ _ _ _ _ _ di s_ _ _.


Clicca per ingrandire

Disegno di Lara

Durante l’e _ _ _ _ _ _ di L _ _ _ Gemma divenne tutta rossa come la L _ _ _.


Clicca per ingrandire
Disegno di Luca

Nonno Arturo aveva puntato il suo t _ _ _ _ _ _ _ _ _ verso il pianeta Marte, che così appariva molto più grande del puntino che si vedeva in cielo.

Clicca per ingrandire

Disegno di Anna

Quella volta che apparve l’e _ _ _ _ _ _ di s_ _ _ Gemma era molto piccola. Per proteggere gli occhi osservò la L _ _ _ che copriva il S _ _ _ con un grande vetro da saldatore che le aveva dato nonno Arturo.


Clicca per ingrandire

Disegno di Francesca

Aurora osserva l’e _ _ _ _ _ _ di s_ _ _, ma non può guardarla direttamente perché altrimenti i suoi occhi vengono danneggiati dalla luce accecante. Potrà farlo solo quando il S _ _ _ diventerà tutto n __ _.


Clicca per ingrandire

Disegno di Simone

Soltanto nonna Flora si accorse che il compagno di banco di Gemma aveva dato un bacio alla nipote. Ecco perché Gemma era diventata tutta r _ _ _ _ come la L _ _ _ durante l’e _ _ _ _ _ _.


Clicca per ingrandire

Disegno di Luca

Era proprio una p _ _ _ _ _ _ di s _ _ _ _ _ c _ _ _ _ _ _ quella che apparve in cielo.
Non ci aspettavamo uno spettacolo del genere.


Clicca per ingrandire

Disegno di Linda

Gemma, Aurora, Andrea e Michela si sono disposti in un cerchio così possono contare tutte le m _ _ _ _ _ _ che appaiono in cielo.


Clicca per ingrandire

Disegno di Beatrice

Gemma, Aurora, Andrea e Michela osservano le m _ _ _ _ _ _ dal Parco dei Tigli.
Peccato che alcune non si possono vedere a causa della luce dei lampioni e della Luna.


Clicca per ingrandire

Disegno di Luca

Mamma Celeste aveva detto a Gemma che non occorreva andare fino all’Osservatorio per guardare le s_ _ _ _ _ c _ _ _ _ _ _.
Si osservano solo ad occhio nudo e non con il telescopio. Ma Gemma aveva ormai convinto i compagni di classe, per loro era soprattutto una gita notturna in montagna.
I bambini erano molto entusiasti della loro osservazione astronomica perché il cielo era molto buio. Guardate quante m _ _ _ _ _ _ appaiono sopra le loro teste.


Clicca per ingrandire

Disegno di Martina

Gemma e il papà scesero dall’auto per vedere la brillante m _ _ _ _ _ _ che solcava il cielo.
Quando sono così luminose si chiamano b _ _ _ _ _ e possono anche apparire in pieno giorno.


Clicca per ingrandire

Disegno di Matteo

Papà Massimo racconta a Gemma di ricevere molte telefonate quando in cielo appare una meteora molto luminosa.
Si chiamano b _ _ _ _ _ e molte persone non sanno che cosa sono. Si possono vedere anche in pieno giorno proprio grazie al loro splendore.


Clicca per ingrandire

Disegno di Elia

Finalmente anche l’amica di Gemma era riuscita a vedere il fenomeno che porta il suo nome: l’_ _ _ _ _ _.
Per farlo ha fatto un viaggio in Norvegia dove le “luci del Nord” sono più frequenti.


Clicca per ingrandire

Disegno di Nicola

Il cielo era colorato da luci in movimento. Che spettacolo! Non avevamo mai visto una cosa del genere.
Le a _ _ _ _ _ b _ _ _ _ _ _ si vedono più frequentemente attorno al Polo Nord, ma ci sono anche quelle australi visibili dall’altra parte della Terra.


Clicca per ingrandire

Disegno di Michele

Ad un certo punto l’ _ _ _ _ _ _ cambiò colore e lo sfondo del cielo divenne tutto rosso.
Ma che freddo che c’era! Per fortuna avevamo portato con noi le coperte del letto.


Clicca per ingrandire

Disegno di Margherita

C’era stato un gran trambusto nell’hotel e molte persone erano uscite in fretta e furia per vedere l’a _ _ _ _ _.
Alcuni erano ancora in pigiama, altri invece si erano protetti dal freddo con lenzuola e coperte.


Clicca per ingrandire

Disegno di Mireya

Gemma era stata premiata. Era stata sua l’idea di fare quel viaggio nella lontana città di Tromso, in Norvegia. Proprio la notte prima di tornare a casa una spettacolare a _ _ _ _ _ di colore verde apparve nel cielo.


Clicca per ingrandire

Disegno di VALENTINA

Aurora confonde le P _ _ _ _ _ _ con la costellazione del Piccolo Carro. Si tratta di un ammasso stellare che si vede ad occhio nudo nel cielo dell’autunno.
Valentina ha disegnato l’ammasso stellare delle P _ _ _ _ _ _ così come appare, ingrandito, visto al telescopio.


Clicca per ingrandire

Disegno di MIGUEL

Una lunga fila di persone osserva l’e _ _ _ _ _ _ di s_ _ _ con i telescopi di nonno Arturo. Davanti alla lente c’è un filtro speciale per proteggere gli occhi. Anche le persone indossano occhiali speciali che filtrano la luce solare.

 
Clicca per ingrandire

Disegno di VIOLA

Mamma Celeste ricorda a Gemma che non occorre andare fino all’Osservatorio per guardare le s_ _ _ _ _ c _ _ _ _ _ _. Si osservano solo ad occhio nudo e non con il telescopio. Ma Gemma ormai ha convinto i compagni di classe, per loro è soprattutto una gita notturna in montagna.

Nel disegno di Viola un compagno di classe di Gemma, mentre osserva il cielo pieno di meteore, si avvicina alla bambina per darle un bacio sulla guancia.


Clicca per ingrandire

Disegno di Gionathan

Nonno Arturo nelle sere senza nubi accompagnava Gemma al Parco dei Tigli per vedere le stelle che portavano i loro nomi. Si trovano nelle costellazioni di B _ _ _ _ _ e della C _ _ _ _ _ B _ _ _ _ _ _.

Inviate le risposte a Loris