Visita virtuale


COLLABORAZIONI CON PLANETARISTI AMERICANI E FRANCESI

L'Osservatorio Astronomico Serafino Zani e il Planetario di Lumezzane sono le due sedi del “Museo delle Costellazioni” attorno al quale ruotano le iniziative di divulgazione scientifica che si svolgono a Lumezzane.
Il ”Museo delle Costellazioni” di Lumezzane custodisce la memoria di quello che potremmo considerare come il bene patrimonio dell’umanità che tutti i Paesi del mondo hanno a disposizione: il cielo stellato. Infatti spesso ci dimentichiamo della sua esistenza, specialmente quando gettiamo al cielo le luci parassite, fonte di spreco e di inquinamento luminoso, che cancellano le migliaia di stelle visibili ad occhio nudo.

Il Planetario di Lumezzane, ubicato in via Mazzini 92, ci restituisce lo spettacolo meraviglioso del cielo stellato perfettamente buio. Migliaia di stelle brillano sopra la testa dello spettatore e ci fanno riscoprire quello che, in Paesi densamente popolati come il nostro, ormai si vede solo nelle rare zone buie. La magia del firmamento che appare in una stanza, sotto la cupola del “teatro delle stelle”, ha ancora un suo fascino per il pubblico di tutte le età. Se invece i nostri occhi vogliono andare molto più in là rispetto alla semplice geografia del cielo notturno abbiamo allora bisogno dei telescopi, come quello installato sotto la cupola dell’Osservatorio Serafino Zani. Attraverso questi grandi occhi il nostro sguardo raggiunge i più lontani spazi siderali, passando dai pianeti del Sistema solare per giungere alle galassie che popolano l’Universo.

Il Planetario di via Mazzini 92 (a 400 metri dal Municipio di Lumezzane) è aperto ogni giorno su prenotazione per classi scolastiche, gruppi organizzati e centri estivi (tel. 030/872164; [email protected]). Sotto la grande cupola di sei metri di diametro hanno luogo le rappresentazioni del cielo stellato e delle costellazioni ideate dai popoli del passato.
Al Planetario sono previsti anche degli appuntamenti festivi per le famiglie con letture recitate sulle favole del cielo.
Nella sede del Planetario trovano spazio il “Teatro delle stelle”, l’“Aula del Sole”, la “Ludoteca della Scienza” e la “Stanza delle curiosità scientifiche”.

ELENCO DELLE LEZIONI SCOLASTICHE DEL PLANETARIO DI LUMEZZANE

 

Il Planetario è aperto ogni giorno per scuole e gruppi su prenotazione.
(tel. 030.872164)
Il Planetario si trova in via Mazzini, 92.
L'ingresso è a destra della pensilina dell'autobus di linea.
Clicca per ingrandire
La sfera del planetario riproduce con molto realismo l'aspetto del cielo stellato.
Clicca per ingrandire
Il principale strumento del Planetario si compone della sfera delle stelle e dei proiettori del Sole, della Luna, e dei pianeti.
Corey Radman (Discovery Science Center, Fort Collins, Colorado), davanti al doppio "Starlab" del Planetario di Lumezzane
John Meader (Northern Stars Planetarium, Maine), sotto la cupola del Planetario di Lumezzane
April Whitt (Fernbank Science Center, Atlanta, Georgia), sotto la cupola di 6 metri del Planetario di Lumezzane
Dee Wanger (Discovery Center Science Museum, Fort Collins, Colorado) , proietta uno degli oltre 20 cilindri del Planetario.
Il Planetario è disponibile anche in versione intinerante sotto una cupola gonfiabile.
Jeanne E. Bishop (Westlake School Planetarium, Ohio), sotto una delle cupole di Lumezzane.
Shoichi Itoh, rappresentante della Japan Planetarium Society (JPS), a fianco del proiettore principale del Planetario di Lumezzane.
Shoichi Itoh è il direttore del Suginami Planetarium di Tokyo e da molti anni è il rappresentante dei planetari giapponesi nell'ambito dell'International Planetarium Society.
Shoichi Itoh in visita all'Osservatorio Serafino Zani di Lumezzane, una delle due sedi, insieme al Planetario, del "Museo delle costellazioni".
Florent Bailleul (Association des Planétariums de langue francaise) davanti al proiettore principale del Planetario di Lumezzane.
Florent Bailleul (Association des Planétariums de langue francaise) si intrattiene con Ivan Prandelli del Planetario di Lumezzane. Sullo sfondo il modellino dell'Osservatorio Serafino Zani.
Il Planetario intinerante può essere portato presso le scuole e altri enti che ne fanno richiesta.
Dal 1986 ha sede a Lumezzane l’associazione che riunisce i planetari italiani (AAP fino al 2008, in seguito PLANIT).

Il planetario è aperto ogni giorno per classi e gruppi organizzati su richiesta.